Spese di giustizia - Servizi on line

Pagamento telematico delle Spese di Giustizia "Telepago"

Nell’ambito della collaborazione tra Ministero della Giustizia, DigitPA e Lextel S.p.a. è stato messo a punto un progetto pilota che ha lo scopo di sperimentare il pagamento telematico delle spese di giustizia (Contributo Unificato e marca da € 8).

E’ stata avviata nel maggio 2010 una prima fase del progetto sperimentale presso i Tribunali di Genova e Napoli e successivamente presso quelli di Modena e Rimini.

L’avvocato redige l’atto e tramite il punto di accesso Lextel richiede di effettuare il pagamento. Il punto di accesso Lextel genera un codice non replicabile denominato CRS (Codice di erogazione del servizio) che ne garantisce l’univocità; tale codice viene associato a due disposizioni di bonifico di tesoreria inviate da Lextel alla propria Banca. Al ricevimento della conferma dell’avvenuto pagamento da parte della propria banca, Lextel predispone la ricevuta telematica sotto forma di file PDF firmato nel quale è presente il CRS di cui sopra e la rende disponibile all’avvocato. Contestualmente l’avvocato riceverà anche un documento in formato XML che consentirà alle procedure centralizzate nel processo civile telematico di verificare l’univocità del pagamento.

L’avvocato deposita l’atto al quale allega la ricevuta telematica sotto forma di file PDF e il cancelliere, dopo aver visualizzato la ricevuta telematica allegata all’atto, procede all’iscrizione al ruolo.